Strategie efficaci per liberarsi da un narcisista

uid_riza_1293Roma 13 settembre 2015

 

a cura del dott. Marco Salerno psicologo psicoterapeuta a Roma

 

Come posso difendermi da un manipolatore narcisista?

 

L’unico modo per difendersi da un manipolatore narcisista  e’ quello di evitarlo e non avere alcun contatto con lui/lei.  Ogni qual volta abbiamo un contatto con un narcisista ci sentiamo incredibilmente fragili e suscettibili, questo perche’ il narcisista conosce i nostri punti deboli e le fragilita’ e ne abusa in ogni modo. Quando ti logori dentro e ti struggi per comprendere i suoi comportamenti non fai altro che cadere nella sua trappola,  lui e’ consapevole che stai soffrendo e hai bisogno di parlare e capire per cui fa leva sul tuo bisogno, ti tormenta e ti umilia per irretirti nuovamente.   Finche’ avrai la presunzione di instaurare un contatto con il narcisista, di fargli capire che le sue azioni ti feriscono, di sperare che cambi ne uscirai sempre ferito e perdente poiche’ il suo gioco e’ proprio quello di tormentare la vittima e di instaurare una relazione di dipendenza con lei. Ti vede come un oggetto di sua proprieta’ e nulla piu’, non illuderti che nel suo profondo possa amarti perche’ il narcisista utilizza l’altro esclusivamente per alimentare se stesso. L’unico passo da fare per salvarti e’ quello di imparare ad amare te stesso e prenderti cura dei tuoi bisogni interrompendo ogni contatto con il narcisista. Il non contatto significa non rispondere ai suoi sms, email, telefonate, non controllare la sua pagina face book, il suo stato di whats up e non parlare di lui con persone in comune.  Ricordati che il narcisista abusa di te perche’ non rispetta le tue richieste e i tuoi divieti.

Cosa significa non avere alcun contatto con un narcisista?

 

Significa non avere aspettative di cambiarlo, non credere che il tuo amore possa farlo essere diverso, non reagire alle sue provocazioni e richieste. Non investire energia in nessuna forma e non accettare le sue proposte che hanno il solo fine di manipolarti a suo piacimento. Per fermarlo devi cambiare numero di telefono, mail e ogni genere di riferimento che possa metterlo in contatto con te. Se non puo’ essere cosi radicale perche’ hai per esempio dei figli in comune, limita i contatti al minimo regolandoli sempre attraverso il supporto di un giudice e di un tribunale. Tale accortezza e’ fondamentale per creare una barriera invalicabile intorno alla tua vita e far si che il narcisista non possa raggiungerti. Se sei costretto ad avere un contatto con un narcisista  assicurati che sia breve e circoscritto al tema del vostro incontro, usa frasi semplici, brevi, non dimostrare emozioni. Se il narcisista tenta di agganciarti con provocazioni o seducendoti chiudi immediatamente la conversazione e allontanati. Non dimenticare che per sua natura ama avere contatti anche sporadici con le vittime del suo passato da cui puo’ ricevere supporto e compiacimento.

 

Come reagisce il narcisista quando rifiuti di avere qualunque tipo di contatto con lui/lei?

 

Se non crei delle forti barriere per tenere lontano il narcisista, questi cerchera’ in ogni modo di avvicinarsi a te e di riallacciare il rapporto. Alcuni narcisisti attuano azioni di stalking quando si sentono rifiutati e inseguono la propria vittima quando questa inizia a difendersi e ad allontanarlo. Tra le sue tattiche per riagganciare la vittima usa messaggi poco chiari, la svalutazione, si inventa situazioni per farla sentire in colpa pur di riattivare un dialogo e a volte puo’ ricorrere alla violenza fisica.

 

Di cosa si nutre il narcisista quando sceglie la sua vittima?

 

Il narcisista e’ un vampiro affettivo e si nutre del bisogno di amore, della paura di solitudine, del bisogno di contatto, della folle idea di essere l’unico a conferire valore alla vita della propria vittima. Si mette sul podio ogni qual volta la vittima gli dimostra la sua abnegazione e fa di tutto per salvarlo non rendendosi conto che e’ solo una pedina di un gioco perverso da cui ne uscira’ sempre sofferente. Tentera’ in ogni modo di avvicinarsi alla vittima fino a quando questa non avra’ intrapreso il processo di liberazione, allontanandosi definitivamente da lui/lei.

 

Come posso liberarmi da un narcisista?
Il passo fondamentale e’ quello di interrompere ogni contatto nonostante le inevitabili difficolta’ iniziali poiche’ alla base della relazione vi e’ una forte dipendenza affettiva che caratterizza la vittima e permette al narcisista di manipolarla. Il percorso di guarigione passa per la comprensione che noi siamo gli unici a poter definire e dare volare alla nostra esistenza e non abbiamo alcun bisogno che questo avvenga attraverso qualcun altro. Se non ti focalizzi sul tuo bisogno di guarigione, se immagini che possa salvare un narcisista, se credi che “in fondo” lui ti ami, non te ne libererai mai! Il passaggio dalla dipendenza affettiva all’autonomia affettiva avviene esclusivamente quando inizi a concentrarti su te stesso e non piu’ sulle reazioni del narcisisita.

 

Quali strategie pratiche posso usare per contrastare un narcisista manipolatore?

 

  1. Usare frasi brevi
  2. Non entrare nei particolari
  3. Ricorrere a proverbi, citazioni, ecc
  4. Usare la forma impersonale dei verbi (es. si dice)
  5. Fare dell’umorismo
  6. Sorridere quando possibile
  7. Praticare l’autoironia
  8. Essere educati
  9. Non inoltrarsi in discussioni
  10. Evitare l’aggressivita’
  11. Non giustificarsi
  12. Interrompere le abitudini di lungo corso (soprattutto nella coppia)
  13. Non rispondere a domande formulate in modo ambiguo
  14. Annotare le risposte
  15. Non fare da intermediari
  16. Diffidare dell’adulazione
  17. Partecipare ad un gruppo di aiuto per difendersi da manipolatori narcisisti e liberarsi dalla dipendenza affettiva per ricevere supporto e confrontarsi con altre persone che hanno fatto la medesima esperienza.
Bibliografia:

 

T. Evans, How to do no contact, www.melanietonaievans.com
Stern N. Wolf, The Gaslight Effect: How to Spot and Survive the Hidden Manipulation Others Use to Control Your Life, Broadway Bokks 2007

 

Il dott. Marco Salerno tiene gruppi di aiuto e sessioni di consulenza  individuale a Roma per chi si sente vittima di manipolatori affettivi e soffre di dipendenza affettiva. Per chi risiede in altre citta’ italiane e’ possibile richiedere una consulenza via Skype.
Per avere maggiori informazioni chiamare  il 3474661496 o scrivere alla seguente mail: dottmarcosalerno@gmail.com
www.manipolazioneaffetivaroma.it
 

 

 

 

 

 

 

85 Responses to Strategie efficaci per liberarsi da un narcisista
  1. gisella Rispondi

    Lei non puo’ immaginare quanti mi stia aiutando.lei mi FA sentire meno sola e soprattutto ha fat to rendere co to che non sono Ina pazza come piu’ volte Il Mio ex ha cercato di farmi credere.grazie per l’aiuto che mi Sta dando

    • Nina Rispondi

      Anche io sono una vittima … In questo periodo ho cercato lottando con tutte le mie forze di liberarmi di lui!! Ci sono riuscita X due mesi ma ieri ho ceduto… L’ho rivisto, mi ha umiliato , mi ha dato dell’esaurita , ha prosciugato l’ultima energia positiva che mi era rimasta ! Penso che che il narcisista si diverte ad essere cattivò con le persone che lo amano , lui prova gusto , e’ tutto concentrato su se stesso !! Quanta sofferenza ma oggi sento che è iniziato un nuovo giorno, lo auguro a me e a tutte le donne di questo forum ..

  2. mino Rispondi

    Penso di essere un narcisista dall adolescenza, non provo empatia, ho avuto più di 80 donne in 34 anni, non riesco ad amare una donna, all inizio è tutto bello, ma dopo mi passa tutto e per liberarmene offendo, umilio, ma non è assolutamente vero che farei stalking, per me una volta tolta dalle palle, mi concentro sulla prossima. Anzi spesso sono loro a fare stalking con me!!! Siete esagerati

    • Gaia Rispondi

      Spero ti capiti qualcosa di peggio rispetto a quello che hai fatto

    • Tiziana Rispondi

      Fossi in lei intanto eviterei le frasi come “tolta dalle palle”… Pensi invece a quante donne (tra quelle che hanno avuto la sventura di conoscere non lei ma il suo modo di fare) una volta compreso avranno detto “finalmente tolto dalle palle!! Non crede sia poco elegante??

    • Cilla Rispondi

      Vorrei rispondere a Mino che sostiene di essere narcisista ….. Che sostiene di non fare stalking ma che lo fanno a lui mentre lui già pensa alla prossima….. Beh anche se non lo confermassi tu si capirebbe da come ti senti un dio …. Ma accetta anche che quando una donna si libera di te e della tua presunzione del tuo sentirti dio sceso in terra …… Sapessi quanto ride di te e della tua insensibilità con l duomo che invece la ama veramente ……

    • Cilla Rispondi

      Mino per finire ricorda una cosa ….. Tutte le donne che hai avuto le hai avute solo perché ti sei dovuto impegnare con le tue tattiche ….. senza quelle non sei nemmeno in grado di catturare il loro interesse …. Ritieniti come ti pare ma queste donne le hai fatte ammalare non innamorare di te ….. ma tu questo non lo capirai mai preso da te stesso …. Sei tu che sei innamorato di te ….. Non loro ….. E credimi al posto tuo più che vantarmi mi rivolgerei ad uno psichiatra per guarire dalle tue fisime di onnipotenza ….. Loro magari adesso sono guarite trovando un duomo vero in tutti i sensi che non finge ma prova …. Tu invece finché non ti curi rimarrai sempre e solo un apatico vuoto un parassita di emozioni altrui ….. Non riconoscendo il tuo problema forse è buon per te almeno non dovrai fare i conti con la tua carenza di personalità ….. Auguri sinceri di buona ripresa psicologica per la tua insoddisfazione …. Ti stai perdendo le cose più Autentiche e vere della vita …. Te ne renderai conto quando sarai vecchio e sdentato ahahahahahaha quanto sei solo ….. Almeno loro hanno trovato di meglio anziché continuare ad essere badanti di un disturbato a spese del loro tempo

    • Alba Rispondi

      Almeno sei sincero…sei da ammirare…molti mentono anche a se stessi

    • anonimo Rispondi

      Lei non sarà mai un narcisista perché i narcisisti non sanno e non comprendono di esserlo.
      Questo è fare sfoggio di oggetti o di qualcosa di cui vantarsi.

    • Lisa Rispondi

      Un giorno cadrai avrai bisogno di aiuto e non ci sarà nessuno ad aiutarti non avrai sempre 34 anni gli anni passano in un battibaleno tu credi che avrai sempre una possibilità ma tutto il male che hai fatto e procurato vedrai che ti si ritorcerà contro

      • Enza Rispondi

        Ben detto!!

    • Miledy Rispondi

      Vergognati Esagerate ? SI SEI UN NARCISO E NE VAI FIERO ? COMPLIMENTI … PARLARTI SAREBBE INUTILE .A TE FAREBBE PIACERE ESSERE USATO COME UNA COSA È POI CESTINATO ? MA VERGOGNATI

    • Ilenia Rispondi

      Ti dovresti solo vergognare!!!! Tu sai il male che provochi alle donne?! Io ti auguro con tutto il cuore che il signore ti possa far passare tutto quello che hai fatto passare alle tue povere vittime. Ti dico questo questo ho capito di essere vittima di uno come te, ma non voglio assolutamente farmi distruggere!!!

  3. giorgia Rispondi

    Mi sono da poco separata legalmente da un narcisista perverso.
    Purtroppo è stato un processo s valutativo che ha attuato nel tempo.
    L’opera di distruzione è stata lenta e si è conclusa con una serie di violenze (tradimenti ostentato
    Allontamento dei figli e abuso economico.
    Oggi mi ritrovo molto provata da questa esperienza, ma ormai libera dalla sua influenza (non ho più alcun rapporto con lui).
    Ora il mio obiettivo rimane la riappropriazione di me, delle mie potenzialità.
    Sarà un percorso lungo, non facile ma in salita e ringrazio chi mi ha aiutato in questo percorso di interruzione manipolatoria

  4. Michela Rispondi

    Sono l’amante di un narcisista collezionista. Ho trovato di tutto, altre amanti, sesso virtuale…come faccio a lasciarlo?

    • Gaia Rispondi

      Come ti capisco…pure io ho trovato di tutto…allucinante

    • Ilenia Rispondi

      Ti capisco!!!! ho scoperto da poco di essere una preda di questo schifo di uomini, devo capire come riuscire a liberarmi per il mio bene. Mi ha distrutta piscologicamente, distrutto l autostima, il rapporto con tutti, anche con la mia famiglia, sono davvero in crisi aiutatemi amici datemi consigli vi prego!!!!

  5. Ale Rispondi

    Mia suocera attua questo comportamento malato da sempre con il mio compagno ,è bugiarda e lo fa con l’intenzione di compiacersi di quanto è crudele. La fa sentire superiore. Il mio compagno è così umiliato che anche fisicamente è ingobbito, dipende dal giudizio di sua madre e non può difendermi. Lei ci tira e distende i nervi, io la evito con ogni mezzo ma questo non fa altro che aumentare i suoi interventi.non so più come evitarla, sono sempre stata educata ma ora sto vivendo un grande stress. Mi insidia

  6. alessandra Rispondi

    Grazie

  7. la luna Rispondi

    mino ti dovresti solo vergognare sei una merda !!!!!!!!!!!! ma come fate a essere merde del genere??? almeno se non siete buoni ad amare andate dalle prostitute o da quelle come voi ma lasciate stare le brave ragazze !!!!vergognatevi… per me veramente dopo quello che sto passando a causa di sto personaggio sono uomini che vanno aiutati si .. ma ad estinguersi! un giorno sarete genitori padri di figlie femmine … vorrei proprio vedere se una delle vostre figlie incontrasse un bastardo simile!… schiacciatevi da soli è meglio !

    • silvia Rispondi

      Bravissima, hai perfettamente ragione….

    • Buio Rispondi

      Ho letto di tutto…credo sia davvero difficile uscirne fuori…anche sapendo che sarebbe una liberazione !! Ma mi piacerebbe distruggere chi mi sta facendo del male…e non lasciarlo più fare a nessuno!!! Esiste un modo????

    • Miledy Rispondi

      Brava Luna condivido a Pieno Sopprimerli da piccoli Comunque colpa delle madri

  8. PAOLA Rispondi

    Mio marito ha una società e io lavoro con lui, il problema è che i suoi due soci che sono suo padre e suo fratello sono entrambi due manipolatori narcisisti perversi, hanno caratteristiche diverse ma rientrano pienamente nella categoria. Che dire stare a contatto con queste persone ti provoca uno stato d’ansia e soffocamento, la classica voglia di fuggire, una repellenza a pelle, io cerco di evitarli il più possibile, ma da bravi manipolatori vengono loro in cerca di me e di mio marito e attuano il loro gioco sadico e perverso. Ormai siamo giunti alla conclusione che l’unico modo per uscire da questo tunnel distruttivo è andare via e cambiare lavoro, il problema è dirglielo, sicuramente non capiranno che per colpa loro ci hanno distrutto la vita e vedranno tutto come un’offesa personale. Comunque quando ci si trova davanti a questi individui non si può convivere con loro, e per evitare che ti portino dentro alla loro spirale perversa e ti rovinino la vita, l’unica soluzione è andarsene costi quello che costi!

  9. morrrigan Rispondi

    Ho avuto la grave sfortuna, ormai 8 anni fa, di incontrare un narcisista. Per me,impregnata ancora di ingenuita’, era l uomo migliore che potessi incontrare. Sembrava sincero,disarmante in senso positivo, Colto, grandi doti aleatorie.. io prendevo dalle sue labbra. Era sempre pieno di complimenti, grande adulatore. Fui davvero sciocca a credere che il mio amore sarebbe bastato per entrambi quando presi le prime cantonate. Non facevo altro che trovare messaggi, chat, foto di altre donne ,mi disperavo, sentivo che era umiliante e straziante. Dopo neanche cinque mesi da che mi innamorai , cominciai ad entrare in contatto con i suoi lati oscuri, con la sua patologia nel mentire. Ogni volt che cercavo di allontanarlo, cercava un modo per avvicinarmi con grandi dichiarazioni, con pianti disperati o messaggi manipolatori. Ho passato anni di inferno. Il suo sadismo e la sua cattiveria ebbero terreno fertile quando, a causa di problemi di salute entrai in dialisi. I tre anni peggiori della mia vita… la mia autostima, la mia forza vennero ancora più minate. Subito continui tradimenti e abusi psicologici. Lo allontanai Per l immenso dolore, ma lui volle conservare i rapporti
    Una maledizione ancora maggiore, perché l anno dopo , effettuato il trapianto di Rene migliorate le mie condizioni fisiche..torno’ all attacco? Infliggendomi dolori peggiori che in passato… ero arrivata ad avere delle crisi isteriche… e quando me le faceva venire io ero solo una povera pazza. Negli ultimi anni, sono arrivata a questa conclusione, Mi ha punita sadicamente per averlo allontanato la prima volta. Mi ha fatto soffrire. Voleva che io nn vedessi le mie amiche, attribuiva loro la colpa di tutto. Non potevo uscire da sola e se lo facevo dovevo avere la paura che lui si vendicasse . Era crudele. Non ho mai conosciuto persona più crudele in vita mia. Ed era bugiardo. Di un bugiardo che infinocchiava anche i suoi genitori. Convoncendoli del fatto che era colpa mia se nn studiava,non dava esami. Lui viveva a Roma e io in una città a 170 km. Sacrificato ogni mio fine settimana per andare da lui. Il tempo per studiare,se avesse voluto… l avrebbe avuto. In ultimo quando ormai nn reggevo più le bugie e i suoi comportamenti manipolatori, facendo chiarezza con i suoi ( dopo un anno e passa che io n potevo entrare in quella casa quando c erano i genitori,che a detta sua, nn volevano vedermi) scopro che lui aveva lasciato hai studi un anno prima , ovviamente a causa mia, e aveva lasciato la casa che aveva. Pensare che ad ogni litigio minacciava di andare a Roma… così io avrei avuto paura di un ennesimo tradimento… Cmq per fortuna scoprire un altro mondo dietro le sue parole, scoprire che per lui era normale mentire anche su cose di tutti i giorni, o semplicemente l assente stremata da tale situazione.. Mi ha indotto ad allontanarmi definitivamente,con tante guerre,tanta fatica emotiva. Tanto dolore. Auguro a nessuna donna di incontrare un personaggio del genere. Torturata fino alla fine.
    Sono contenta di non essere più io la sua donna trofeo per dimostrare di essere un uomo come tutti. Perché non è un uomo un uomo che approfitta della sensibilità, dei punti deboli altrui. E sopratutto ,nel mio caso, anche delle insicurezze date da una indizione fisica particolare. Questo personaggio oltre ad essere un manipolatore è un essere senza alcun sentimento. Io sto guarendo ma le cicatrici sono profonde.. e l odio è tantissimo.

    • Raffaela Rispondi

      Conosco il dolore dietro ogni tua parola purtroppo, ho passato lo stesso inferno, con l aggravante che ha fatto indebitare me e la mia famiglia per aiutare lui.. personaggi maledetti che bisogna augurarsi di non incontrare mai più

    • Miledy Rispondi

      To capisco Dio se ti capisco 8 anni di inferno martirio torture di ogni genere 8 anni della mia vita rubati Dio Come capisco l odio che provi ne sto uscendo ora a stento anche io

  10. Elena Rispondi

    Grazie tanto

  11. gaia Rispondi

    frequento un narcisista da un anno e mezzo. e sto vivendo una situazione veramente raccapricciante. e’ un demolitore, ti fa sentire in colpa su tutto e in più ha messo in mezzo mio figlio che ha solo 11 anni, manipolando anche lui. adesso sto cercando di liberamene e di conoscere e frequentare altre persone, con la speranza di dimenticare tutto il male che mi ha fatto.

  12. gaia Rispondi

    si è insediato nella mia vita in un momento di massima vulnerabilità, morte dei miei genitori e separazione da mio marito. sempre presente ha cercato di aiutarmi, facendomi sentire importante , imponendomi nel tempo cose e scelte che in altri momenti non avrei mai fatto. rendendomi conto che non riuscivo più a controllare la situazione, sono ricorsa subito ai ripari. la psicoterapia in primis, e poi cercando di allontanarlo per un mese, senza rispondere ne a messaggi ne a telefonate. sentendosi respinto è venuto fino al posto di lavoro , convincendomi che ero la persona più importante.per cambiare atteggiamento per un breve periodo e tornare poi quello di sempre.
    la seconda volta che l’ho lasciato al telefono non smetteva di piangere, e io per l’ennesima volta ci ricadevo. avevo una forte attrazione fisichica con lui e questo non mi aiutava in quel processo d’allontanamento tanto consigliato dalla mia psicologa, arrivando a dirmi che non ero una buona madre e quasi volendosi sostituire a me e al mio ex marito nella gestione di mio figlio. minacciandomi di non interferire nella relazione, secondo lui affettiva, che lui aveva con il bambino.camuffandosi da simpaticone sempre pronto a farlo divertire. dico ad ogni donna si trovi in situazioni analoghe alla mia, di difendersi da questi personaggi, inaffettivi, incapaci di amare, ma in compenso maestri della manipolazione e del plagio.

    • Miledy Rispondi

      Sono falsi falsi fin nell ultima loro schifoso cellula Nn si possono definire nn c’è nome x questi esseri

  13. Natali Rispondi

    sono contenta di aver trovato questo materiale e anche aver visto che ci sono veramente tantissime persone che soffrano o hanno superato stesso malessere che sto passando anche io, cosi sembra di avere più speranza di poter uscire da questo circolo vizioso…

  14. Natali Rispondi

    l’ho conosciuto nel momento particolare nella mia vita, ex marito era andato via senza motivi chiari lasciandomi con 2 figlie 7 -12 anni, senza lavoro e senza sostegno (sn migrata, e non avevo vicino a me ne parenti ne amici più cari), ho trovato lavoro da lui ed era unica speranza da poter sopravvivere..era sposato e aveva un figlio di pocchi mesi, la nostra relazione lavorativa non andava proprio liscia, da parte mia cercavo di fare di tutto di più, lavorando più del dovuto e svolgendo anche i compiti che non mi riguardavano, ma invece di gratitudine mi sentivo sfruttata.dopo sei mesi per via del decisione del ex marito avrei dovuto lasciare il paese per il semplice motivo che non avevo più la casa dove vivere e il mio lavoro part time non mi permetteva di affrontare le spese del affitto. ho cominciato a vendere e regalare tutto ciò he avevo in casa, tanto non potevo portarlo via con me, passavo il periodo dell massimo stress, essendo gia magra avevo perso alti 5 chili, sembravo anoressica, facevo fatica di dormire e i pensieri correvano in testa più veloce di quanto riuscivo a seguire… e venuto a casa mia prendere le cose che non mi servivano più e mi ha fatto capire che voleva provarci con me, da un latto ho provato il disgusto sapendo che ha sia moglie sia bimbo piccolo, dal altro sapendo che stavo per andarmene via per sempre non ho considerato come chi sa che comportamento immorale da part mia, avevo bisogno di calore umana e qualche emozione positiva e ho detto di si.ho scoperto che si può stare bene fisicamente con la persona, anche se non provi nessuna emozione nei suoi confronti.. a distanza di un mese sono cambiate le cose, invece di trasferirmi in altro paese ex marito mi ha proposto di dare un appartamento nella cita vicina, dove si e spostato anche lui e ho pensato che per le bimbe non staccarsi del tutto dalla figura paterna poteva essere un bene, e ho accettato.quando al lavoro ho detto che non partivo più, il mio capo sembrava felice, mi ha proposto altro tipo di part time con stipendio più alto, non avendo nessun altro tipo di proposta ho accettato diventando il pendolare. sn passati 8 anni ormai, nel frattempo siamo lasciati e ritornati insieme 20 milla volte,ho avuto anche altro fidanzato cercato e trovato volutamente da me per non mettermi in mezzo nella sua famiglia(dopo mille dichiarazioni d’amore e il disaggio emotivo provato dal essere amante di una persona sposata) pensando che il fatto che avevo altro uomo lo allontanassi da me.lui ha avuto altri amanti,semi dichiarati e da due anni ormai anche altro bambino ma nonostante tutto non ha mai smesso di molestarmi,non riesco a staccarmi completamente..la soluzione più facile sarebbe trovare altro lavoro ma per adesso non sn riuscita anche se ho provato tantissime volte. ho lasciato person che frequentavo, non riuscendo a liberarmi da quello di lavoro ed essendo emotivamente distruttivo frequentare 2 persone ho dovuto lasciare altro.da più di due anni e accaduto il peggio, mi sn sentita innamorata, e li si sn peggiorate le cose, perché il fatto che e sposato e che frequenti altre persone diventato la fonte di dolore continuo. non facciamo altro che litigare, sta con me sento dolore, sta lontano sento dolore.da stessi 2 anni dice che sta separano, ha cominciato di dormire fuori casa ma questo non cambia niente, perché a parte di posto dove dorme continua a fare stessa vita, sere a casa della famiglia e domenica anche. non mi aiuta in nessun modo, al lavoro mi tratta peggio di tutti,in parallelo cercando di toccarmi e baciarmi se nessuno vede, facendomi venir infarto. non passa tempo con me, ma periodicamente viene a trovarmi in altra cita alle 6 del mattina o alle 12 di notte, giustificandosi che mi ama e vuole stare con me e ha trovato l tempo solo adesso..ho la sensazione di stare con psicopatico e diventare psicopatica…manda i messaggi che sta male o le cose simili senza specificare cosa ha e senza rispondere alle domande, per tenermi in ansia.non so cosa fare altro che andarmene ma non so dove..sperando che le cose cambieranno da sole, che si stufi, o troverà qualcun altro più interessante per molestare…anche se questo pensiero mi fa male. leggendo questi articoli sugli manipolatori affettivi ho capito cosa sta succedendo,e che la mia reazione e abbastanza comune e che ho bisogno di aiuto

  15. p Rispondi

    Dopo sette anni di relazione, giunta alla conclusione, ho scoperto di avere avuto a che fare con un narcisista/manipolatore. Le caratteristiche descritte nel profilo gli corrispondono tutte. Il dubbio è sorto nel momento in cui sentivo un disagio importante, soprattutto dopo i ns incontri. Disagio che nn riuscivo a spiegarmi dato che tra noi c’era sia un intesa sessuale mai provata prima, sia un comportamento da parte sua pressoché perfetto. Mi ricopriva di attenzioni, di complimenti, mi gratificava a livello materiale. Viaggi e regali importanti, tutto perfetto. Troppo perfetto. Una volta, per caso, scoperto il suo primo tradimento è stato impossibile allontanarlo: ero troppo incredula e innamorata. Ho ceduto alle sue scuse, alle sue lusinghe, alle sue promesse. Peccato che il tarlo si fosse insinuato, il mio istinto mi suggeriva di scappare. Se avessi avuto la forza di acoltarlo nn avrei subito l’ennesima mancanza di rispetto. La seconda? relazione parallela, da me scoperta, stavolta aveva un volto ed era di fronte a me, di fronte a noi, a rimproverarmi di cio’ che stavo facendo. Per l’ennesima volta ho ascoltato le ragioni del manipolatore. Mi sembravano, del resto, logiche visto il nostro vissuto. Viaggi importanti, telefonate fiume, attenzioni nn comuni. Ho ceduto, di nuovo. Li, è iniziata la mia sofferenza: nn riuscivo a spiegarmi perché un uomo così attratto ed innamorato, potesse avere il bisogno di accompagnarsi ad altre donne. Nn mi spiegavo il perché del suo bisogno di storie parallele. Ancora adesso nn riesco a spiegarmelo, nonostante mi sia imbattuta nell’ennesima “altra” da cui ho scoperto che lui ha addirittura avuto un figlio da cui poi lui ha declinato ogni responsabilità di padre ma nn di amante. Troppo per i miei gusti da accettare. Lui continua a fare leva sulle mie fragilità, e chi nn ne ha? Io, mi difendo come posso, ho bloccato le chiamate in entrata, ma i suoi messaggi li leggo tutti. Fino a pochi mesi fa, nn riuscivo a nn rispondergli. Ora, capisco che i suoi messaggi, che continua ad inviare sono solo uno specchietto x allodole come me. Sono solo parole ad effetto. Anche da “separati” cerca di manipolarmi. E’ dura: c’è la solitudine, l’età che avanza, il lavoro perso. Da un mese (è lui che porta i conti) nn rispondo più alle sue provocazioni. Ci sono dei giorni in cui vorrei cedere: credo davvero che la realtà in cui lui vive è l’unica in cui si può vivere, il male minore x me. Poi ripenso al senso di inadeguatezza, di nn rispetto provati dai suoi comportamenti “paralleli” e la mia ansia di rispondere si placa. Dovrei contattare un terapeuta, ma nn ho possibilità economiche. Spero di farcela da sola. Cmq, oggi so che l’amore nn è questo e semmai dovesse essere questo io nn lo voglio. VOGLIO ESSERE FELICE:

    • Buio Rispondi

      Mi sembra di leggere la mia storia…

  16. Giada Rispondi

    Mi sono lasciata da poco con un vampiro affettivo…è difficilissimo…è come se ad un certo punto ti accorgi che tutto quello che c’è stato precedentemente era tutta una farsa (da parte sua ovviamente)…trovare qualcuno che ne parla e che puó capirmi mi risolleva un pó! Grazie.

    • elena Rispondi

      Cisoti capisco perfettamente…a distanza di 2 anni lui continua a farmi del male…appena vede che mi allontano ritorna e poi come
      Se se niente fosse sparisce…mi prosciuga ogni volta…sa come ferirmi…

  17. ania Rispondi

    sono solo io che lo rivorrei? Sono stata un intermezzo. Mi ha scelta perché conoscevo la sua ex e voleva che lei sapesse che si era rifatto una vita nonostante l’avesse scaricato. Mi ha trattata malissimo, ma lo rivorrei. Lui ha chiuso ogni contatto dandomi la colpa di tutto…. non so come fare. Non può essere colpa mia. Mi lamentavo di inezie, del fatto che lui non mi calcolava e ogni volta mi veniva detto di non rompere…

    • Stefania Rispondi

      Ania devi farti forza. Anch’io a volte vorrei che tornasse ma è meglio che stiano dove sono…a me ha detto che cerca altre donne per colpa mia e del mio brutto carattere quando l’intesa sessuale fra noi era perfetta e non gli mancava niente. Anche a me diceva di continuo di non rompergli, per ogni cosa. Ogni cosa che dicevo non andava bene e mi ha anche detto che sono matta. A volte ripenso ai primi tempi quando era tutto bellissimo ma dobbiamo sforzarci di capire che era solo una maschera che indossavano, gli uomini che ci hanno fatto innamorare non sono mai esistiti. Già dopo solo due mesi di relazione con me chiedeva a un’altra di uscire. E l’ha sempre fatto con tutte

    • Miledy Rispondi

      No no fermati Curati curati

  18. gabriella Rispondi

    Volete il colmo: relazione con uno psichiatra narcisista! Un anno allucinante. Forse la peggiore esperienza della mia vita. Però ora non gli rispondo più. Spero solo che si disintegri presto.

    • nada Rispondi

      io deci anni che non riesco liberarmi dal narcisa perverso che è un psichiatra ..non è che lo stesso per caso ?

      • Gabriella Rispondi

        Zona lago maggiore?

        • stefania Rispondi

          Ciao che zona del lago maggiore?potremmo essere abbastanza vicine.

      • Gabriella Rispondi

        Piccolina?….Tatina?…devi dimagrire!….

    • Snoopy69 Rispondi

      Anche il mio uno psichiatra con qui ho avuto una relazione che mi ha annientato per 5anni.La cosa che mi fa mazziere e’che la gente lo considera una brava persona,non ha minimamente idea che mostro fosse in casa……Ma naturalmente la colpa e’tutta mia!!!!

    • Miledy Rispondi

      Mio Dio Gabriella

  19. Carmela Rispondi

    Anche io sto vivendo una situazione difficile, nonostante sono sposata da 25 anni, mia mamma e mio fratello (e da un po anche mio padre)sono narcisisti manipolatori…esistono solo loro e nessun altro,offendono con parolacce o con soprannomi qualsiasi persona…Anni fa mi permisi di far notare il narcisismo manipolatore di mio fratello quando lui era ancora adolescente a mia mamma, ma lei dato che era già narcisista mi picchiò violentemente lasciandomi piena di lividi e di ematomi ovunque…è impossibile avere qualsiasi genere di discorso …mio fratello ha fraquentato lo psicologo ma dato che è un gran manipolatore ha solo raccontato frottole e non ha mai seguito la terapia farmacologica e addirittura ha fatto leggere ai miei un messgg che diceva che non era lui ad avere bisogno dello psicologo ma bensì i miei e tutti gli altri …lui sta manipolando mio padre pur di accaparrarsi l’intera proprietà ..i miei figli sentono sempre parlar male del loro padre,mi stanno implorando di andar via all’estero,ma purtroppo il lavoro non ce lo permette….io come donna mi sento annullata non so cosa sia l’autostima,anzi mi correggo non l ho mai conosciuta…mia figlia che studia psicologia mi sta aiutando tanto e in questo articolo del dottore ho potuto riscontrare le sue stesse parole .. mi sono cercata un lavoro affinché ci vediamo il meno possibile… la continua paura di svegliarmi nel cuore della notte.Questa situazione mi sta facendo tanta paura,non vorrei cadere in una depressione perché dopo tanti e tanti anni non reggo più

  20. Ciccina Rispondi

    È vero che sono comunque persone abusate. Il mio (quasi) ex ha subito di tutto dalla madre. Lui stesso ha ammesso che odia le donne e le ucciderebbe tutte. La sua vendetta? Ha preso di mira me, mi ha cambiata, cercando di farmi assomigliare proprio alla madre per poi vendicarsi su di me dei torni subiti da lei. Lo caratterizza una grande freddezza ed un grande cinismo nei confronti di tutti.

  21. Alice Rispondi

    anche io ragazze sono nella stessa vostra situazione e mi sono sposata con lui da poco.
    Sono un avvocato, una donna che pensava di essere forte. Lui era meraviglioso, sembrava un dono. Ha individuato la parte fragile di me, ha carpito totalmente la mia fiducia compensando ogni mio bisogno d’affetto e poi….mi tratta sempre come fossi il suo peggior nemico. Per mai nulla, un regalo, un viaggio, una cena. L’altra parte di una medaglia diametralmente opposta che è durata per circa 2 mesi e poi gradatamente si è trasformata in questa realtà. Non mi tradisce (le investigazioni le so fare) ma è sempre in fuga. Non c’è intimità emotiva, relazionale, non c’è contatto fisico. Vuole me come moglie ma senza corpo e senza anima. Anche a me sembra di avere a che fare con uno psicopatico, tanto sono incredibili, amorfe, sadiche, incomprensibili le sue reazioni! A volte mi sembra che ostinatamente chieda di essere amato intanto con il nulla che dà e il male che fa sentire.Ne abbiamo parlato, ha proposto di farsi curare eppure tempo che questi psicoterapeuti, che più volte hanno voluto sentirmi, gli servano in realtà per sentirsi speciale, diverso, al centro di una nuova attenzione. Non è costante e non ha nessuna fretta di vedere chi è realmente pur ritenendomi importante. Io non sono una moglie e non ho alcuna unione. Lui è sempre altrove e nella sua vita. Quando mi vede disperata mi sgrida, mi prende per le orecchie, mi abbandona. Assume un tono tagliente, asettico, marziale e poi se ne va. Prova a volte sensi di colpa ma non riesce a chiedere scusa. Diventa gentile perchè anche il suo senso di colpa lo utilizza per rabbonirmi e togliersi qualche impiccio. Ho letto alcuni libri, voglio uscirne. Perchè vedete se ne esco e riesco a provare tutta l’amarezza, la fatica, la solitudine la denigrazione e la follia che ho subito…..gli faccio un culo che non se lo dimentica più.
    Ps. quel principe azzurro dell’origine ha ammazzato tutte le donne che lo hanno amato, meno che la mamma.
    Alice

  22. Anna Rispondi

    La mia storia e finita da poco avevo accanto uno psicopatico narcisista che mi ha rovinato la vita ,so che SAR difficile uscirne ma se si ha il coraggio e la volontà si riesce .ho letto tutti i sintomi che un narcisista ha e il mio compagno li ha tutty ….ho provato invano di aiutarlo ma non ci sono riuscita tutto tempo perso loro sono malati ma non vogliono accettare e cercono di dare le colpe a noi donne …..questi soggetti dovrebbero stare in cliniche psichiatriche per recupero ,faccio un bocca lupo a tutte le donne che vivono questo inferno siate forti e non mollate mai……un forte abbraccio ….

  23. noemi Rispondi

    Mi chiedo e vi chiedo, perché non provare ad unire le nostre forze ed esperienze per annientarli definitivamente facendo conoscere i loro volti a tutte le donne? I social in questo aiutano. Conoscete un sito o volete iniziare qualcosa di concreto per smascherarli ufficialmente al mondo intero? E’ tempo di fermarli non credere? A disposizione per chi abbia voglia di agire.

    • Giancarla rellini Rispondi

      È quello che ho pensato tempo fa anche io
      Se ne parla ma non si fa nulla perché si cominci a fare qualcosa per bloccare questi omicidi dell’anima. Possono continuare a.mietere vittime impunitamente e non è giusto!!

  24. Meg Rispondi

    Credo che quello che fa il dottor Salerno e, assieme a lui, molti suoi colleghi psicoterapeuti è aiutare le persone vittime di manipolazione ad avere consapevolezza e a trovare le proprie modalità di difesa. Non penso che serva smascherare loro, ma agire su noi stessi per non incappare più in certi soggetti o comunque neutralizzarli perché non possano fare male.

  25. Gabriella Rispondi

    Ci vorrebbe una lista con nomi e cognomi….

  26. ex vampirizzata Rispondi

    Sono da quattro mesi,dopo 6 anni di tira e molla e volontariamente scesa dalla montagna russa,non e’stato facile arrivare a capire,ma per fortuna ero parzialmente coinvolta e a certi compromessi non sono scesa e per tante cose avevo preso debite distanze,credo che il comune denominatore di tutte sia la rabbia in quanto sono consapevoli del danno che fanno,ma a loro cosa interessa.l’evoluzione e’stata lenta e costante,ma e’arrivato a fare una tale figura meschina che solo un idiota poteva non capire,anche perche’e’uno schema che aveva gia’usato ma lui raccontava ne raccontava gli effetti tralasciando di esserne la causa.ora sono arrivata al no contact totale,cambiati recapiti,cancellati i bei ricordi,sto cercando di ripulirmi dalla sua pattumiera emotiva.sono di Varese se a qualcuno interessa confrontare la propria esperienza sara’un piacere.

    • Stellina Rispondi

      Aiuto!sono di Piacenza
      .sto leggendo diverse testimonianze che mi fanno capire o meglio vedere con che persona(uomo)sono andata a finire!conviventi da 5anni e un bambino di 4anni.fidanzati da 9 anni!io non lavoro.disoccupata.voglio separarmi ma ho paura per mio figlio che me lo portino via o che subentrino gli ass.sociali!non voglio!ho paura delle sue vendette minacce verbali e dispetti.mi potete aiutare?grazie.sono disperata

  27. corrado Rispondi

    se disgraziatamente ti capito di averlo come dirigente in ufficio e ti ha già preso di mira perchè ha capito che non sarà facile per Lui manipolarti e ti si scaglia e ti scaglia tutti contro e arriva a trasferirti, farti due procedimenti disciplinari ed una querela inventata per riemergere sempre a galla rinnegando ordini dati precedentemente che difficilmente mette per iscritto come lo combatti se è il tuo dirigente e con pieni potere e si comporta da farabutto pieno di se, trasgredendo anche le leggi con il piacere di farlo e di farsene grande con i subalterni

  28. Alba Rispondi

    Lascialo e basta senza porti troppe domande

  29. massimo Rispondi

    i narcisti sono solo uomini?

    • Marco Salerno Rispondi

      Sono sia uomini che donne

  30. Isa Rispondi

    Dopo anni,pensieri discussioni e solo dio Sto arrivando! cos altro finalmente ho capito qual è il problema. Qual è il suo problema. Io mi sono illusa solamente illusqa di poterlo aiutare a crescere finchè mi stava sono manipolando,e ora dopo tutto questo mi sento vuota,prosciugata nell animo. forse arrivata a questo punto avrei bisogno di aiuto anche io

  31. Virginia Rispondi

    Io sono uscita da una frequentazione con narcisista…..e ora riesco ad individuarli dopo pochissimo, ma sono le sonne o gli uomini di altri a me non si avvicinano più.
    Le narcisiste donne sono molto più subdole dei narcisisti uomini.
    Grazie per quello che scrive è di aiuto per riuscire a riflettere su queste situazioni malate.

  32. Nicola Giacomazzi Rispondi

    E se la narcisista è la propria madre? Come faccio a evitarla, non posso. Come posso abbandonarla.. non si può. Al tempo stesso sono in gabbia, non so veramente cosa fare. Spero che la psicologa mi aiuti.

  33. Lea Rispondi

    IO ME SONO SBARAZZATO !
    il “mio” narcisista manipolatore pur dichiarando pubblicamente il suo desiderio di un figlio, in particolare di una bimba, è riuscito a scappare, quando ha saputo che ero incinta. E’ ricomparso dopo un anno, ammettendo di aver avuto paura implorando in lacrime il mio perdono, promettendo un futuro felice. Si ripresenta, da copione, come qualcuno che lavora, ma per colpa degli altri si ritroverà licenziato, casualmente a poche settimane dalla riconciliazione. Tuttavia vive e viaggia da squattrinato e non ha nemmeno un centesimo da darmi per sua figlia. Ad ogni mio segno dubitativo e di collera, un nuovo lavoro ( persino io gli trovato dei lavori) , impedimenti economici per cominciare a lavorare, scuse per spillarmi soldi, soldi che non ridà mai indietro con la scusa che non lo pagano. Mi accorgo di essere raggirata, di perdere tempo, di regredire, soprattutto mi sono davvero stancata di dargli fiducia. ME NE SONO LIBERATA, PERCHE’ HO UNA NUOVA RELAZIONE CON UN UOMO MERAVIGLIOSO, RESPONSABILE, UN PADRE DI FAMIGLIA LAVORATORE E SERENO. SI OCCUPA A 360° DI MIA FIGLIA, OLTRE CHE DEI SUOI FIGLI. MI SOSTIENE IN UN FORTE MOMENTO DI BISOGNO E PER LA RIUSCITA DEI MIEI PROGETTI FUTURI. il narcisista manipolatore e bugiardo è per fortuna all’estero, per lavoro, con i suoi soliti problemi, Il che mi aiuta a SPARIRE SENZA DARE SPIEGAZIONI E SENZA LASCIARE TRACCIA.Sto ad ignorando le sue chiamate, gli sms in cui chiede di parlare con sua figlia ( 3anni) ,una figlia vista forse 30 volte per poche ore da quando è nata. ME NE SONO SBARAZZATA PERCHE’ CAPISCO DI AVERLO SOVRASTIMATO. IN REALTA’ C’E’ DI MEGLIO, IN OGNI SENSO :). IO MERITO IL MEGLIO ! Ascolta il tuo istinto e amati “egoisticamente”. E’ UNA LIBERAZIONE ! Ps: sito molto interessante ed educativo. Grazie.

  34. Silvia Rispondi

    Ciao ragazze…Io ho conosciuto un narcisa all eza di 19 anni,all inizio tutto bellissimo ma dopo si e trasformato in un incubo…Purtoppo sono 5 anni che vivo con lui ,

  35. Arianna Rispondi

    Grazie per l’articolo Dott Salerno, io sto cercando di uscirne, la storia si è conclusa da poco e ci sto male..mi sento dipendente emotivamente..mi sono documentata sul narcisismo perchè non conoscevo tutti i riscontri che questo disturbo può avere ma mi ritrovo in molti stati d’animo di chi subisce..il senso di colpa che ho spero di poterlo superare..Grazie anche alle vostre testimonianze..Spero di farcela..grandi i commenti contro il signore che affermava di essere narcisista…..

  36. Lucia Rispondi

    Sono stata vittima di uno stalking allo stato puro il peggiore nel 2016,dove al momento frequentavo un altro uomo,,Quest ultimo a me non ha mai creduto,combatevo contro l altro è lui entrambi mi tormentaba

  37. Lucia Rispondi

    Mi tormentavano,l ultimo mi urlava mi schiaffeggiava , urlando le stesse cose,dello stalking,tutto continuox ben 15mesi,ficemdomi che lo faceva x il mio bene,sino ad umialtmi ,e che i nostri litigi erano x colpa mia riusciva sempre a riprendermi dicendomi che mi amava da morire.lo lasciato,e mi ha augurato tutto il male,xke solo lui è l uomo dellaa mia vitae che avrebbe annientato il demone che è dentro di me..resistero spero di farcela da sola,rivoglio me stessa.

  38. Kraviz Rispondi

    E se la vittima non sono io ma è mia sorella?
    Vi racconto la mia storia che sto/stiamo attualmente vivendo io e la mia famiglia,
    Mia sorella 18 anni compiuti a maggio, conosce un ragazzo tramite chat di face, s incontrano, gia dalla prima sera lui le fa una mega scritta con la bomboletta sotto casa! Mia sorella che è romanticissima, insicura e facilmente condizionabile purtroppo perde completamente la testa per questo ragazzo ( lui ha 19 anni) iniziano a frequentarsi, all inizio tutto normale se non chè premettendo che lui vive da solo perchè gli è morta la madre e lui suo padre non lo vuole nemmeno piu vedere anzi ha contatti con lui solo per il mantenimento, mia sorella cotta ha trovato il ragazzo perfetto! Finche piano piano finchè passano i giorni lui inizia a insidiarsi sempre d piu nella testa di mia sorella, le impone di vestirsi come vuole lui, non puó truccarsi non puó piu uscire nemmeno con me a far shopping non esce di casa col suo telefono xk deve lasciarlo a casa spento, senza di lui lei nn va da nessuna parte! Adesso addirittura si è fatta la residenza a casa sua di lui e non passa nemmeno piu x casa se non per chiedere dei soldi.
    Lui l ha totalmente plagiata, noi come famiglia non sappiamo come comportarci perchè purtroppo essendo che mia sorella è maggiorenne la legge non è dalla nostra parte! E lei non si rende conto del male che sta facendo a i miei genitori ma in primi a se stessa dato che non vuole nemmeno piu andare a scuola!! Io da sorella preoccupata ho contattato un ex ragazza di questo tipo.. e vengo a scoprire che ha picchiato la sua ex e che la sua ex ha addirittura paura di lui, xk ha fatto le stesse cose che sta facendo a mia sorella.
    Non sappiamo davvero come comportarci, stiamo praticamente assistento inermi alle violenze che sta subendo mia sorella senza nemmeno rendersene conto. Siamo veramente preoccupati.

  39. Argy Rispondi

    Io ne sono fuori da 5 anni ormai ma è bastato un whatsapp x incontrarci e cadere di nuovo nella rete. Ora ho chiuso di nuovo ma intanto lui ha raggiunto il suo scopo. Ossia di capire che sono ancora li ad adorarlo. AIHME povera illusa che sono ma non di lui . Ossia qualsiasi cosa va bene pur di riempirmi la vita e il vuoto affettivo perché putroppo sono una vittima con dipendenza affettiva.

  40. (EX??)VAMPIRIZZATA Rispondi

    SONO RIUSCITA A LASCIARL MA COME è POSSIBILE CHE NON SI SMETTE DI DESIDERARLI PUR ODIANOLI PERCHè CONSAPEVOLI DI CIò CHE HANNO FATTO?? POI IL MIO NON MI VUOLE LASCIARE ANDARE, DICE CHE GLI MANCO MENTRE SI STA TRANQUILLAMENTE RIFACENDO LA SUA VITA A 200KM DA QUI. PRIMA VENIVA OGNI WEEK END ORA SOSTIENE I SUOI MI MANCHI DA LONTANO PERCHè DICE CHE SE MI VEDE POI STA MALE , SOFFRE, INVECE VIVE BENISSIMO E SECONDO ME LO FA PER NON FARMI ANDARE AVANTI MENTRE LUI HA GIà LA PROSSIMA VTTIMA SOTTO MANO. AIUTATEMI A CONTRASTARLO, C’è COME UN TIMORE DI ESSERE DIMENTICATA MA PIù DI TUTTO MI SENTO A TERRA, ZERO AUTOSTIMA E PRIMA ERO UNA RAGAZZA SOLARE E SICURA DI ME. COME POSSO FARE X NON RICADERE QUANDO MANDA FIORI O SCRIVE LETTERE IN POSTA? HO CAMBIATO ANCHE I NUMERI MA SI CREA ACCOUNT FALSI X CONTATTARMI SUI SOCIAL, COSA DOVREI FARE? CANCELLARMI DEFINITIVAMENTE DAI SOCIAL? E NON SAREBBE DARGLIELA VINTA COSI? HELP ME PLEASE ! VOGLIO TORNARE A VIVERE1!!!

    • Franci80 Rispondi

      Ciao! Io ho vissuto un’esperienza con un soggetto del genere..lo avevo conosciuto ad agosto dell’anno scorso e l’ho frequentato fino a circa un mese fa. Quello che posso dirti è che anch’io fino a prima di conoscerlo ero sempre stata una ragazza solare, positiva e determinata…lui finchè non sono scappata, era riuscito a trasformarmi in una persona cupa, triste, ansiosa, che soffriva d’insonnia e piangena nell’animo a causa della sua assenza, interrogandosi sul perchè del suo comportamento. Lui mi ha sempre trattato come un cagnolino da cercare solo nel fine settimana per il suo puro compiacimemto fisico, per poi sparire tutti gli altri giorni. Durante i mesi passati con lui, non sono mai riuscita ad entrare in contatto con la parte più intima della sua persona, mi sono sempre sentita tenuta a distanza, come al di là di una barriera invalicabile, e quello che a me faceva più male era non poter avere verso di lui un qualsiasi delicato gesto d’affetto, in presenza di altri. Non perchè io volessi “esibire” i miei sentimenti. Semplicemente, da lui mi era negata la possibilità di esprimere la mia emotività e le mie emozioni, più volte mi era stato rimproverato. E mi era proibito anche soltanto fargli una carezza in presenza di amici. Un gesto che io considero bello e naturale. Ma che avrebbe scatenato il peggiore degli uragani. TI ASSICURO CHE PRIMA O POI ARRIVA IL GIORNO IN CUI RIESCI A GUARDARTI DAL DI FUORI e a dire a te stessa: “Ma come ho fatto a ridurmi così? Coem ho potuto accettare simili compromessi? Come ho potuto farmi sottomettere in questo modo (anche nei momenti intimi)? Succede che a un certo punto subentra la consapevolezza di sè stessi, e si nota la differenza con la persona nella quale questi soggetti malati spesso riescono a trasformarti? COME ARRIVARCI/COME RIUSCIRCI? Posso dirti quello che ho fatto io, premesso che è solo la mia esperienza. IO HO CERCATO AIUTO DA CHIUNQUE O DOVUNQUE/IN QUALUNQUE FORMA POTESSI TROVARLO. 1) Ho parlato di lui e della mia sofferenza a tutte le persone amiche che sono state disponibili a dedicarmi parte del loro tempo: ascoltare il punto di vista di un estermo, e sentirsi ripetere 10-20-30 volte (certo con un linguaggio più profano) quello che anche il Dott. Salerno dice, ha aiutato l’ingresso del “ragionevole dubbio” per quanto riguarda la sua persona. Ho potuto confrontarni con le esperienze altrui, e ho iniziato a percepire via via più nettamente le varie manifestazioni del comportamento malato del narcisista, e a metterle in relazione con le brutte trasformazioni che avevano prodotto in me; 2) ho cercato l’aiuto di una psicoterapeuta, che mi ha aiutato ad acquisire maggiore consapevolezza di me stessa e a ricostruire quell’autostima che lui era riuscito a schiacciare sotto la suola delle scarpe (perchè dopo averlo lasciato ero rimasta colpita da una terribile assenza di stimoli e mi sentivo inutile e priva di iteressi. Oltre a provare un senso di colpa per aver troncare io la relazione; 3) ho cercato valvole di sfogo: nel mio caso, il canto..che è stato un modo per veicolare fuori da me stessa le emozioni e impedire che “montassero” dentro di me. Oppure altri hobby, che alcune volte mi sono imposta di praticare in maniera forzata anche quandomi sembrava di non averne voglia, per cercare di aiutare il mio cervello a staccare dal pensiero di lui; 4) ho cercato l’aiuto di un sacerdote: è stato lui che mi ha rimesso in moto in maniera definitiva, e per questo gli sarò sempre riconoscente. è irrilevante essere credenti o meno per acsoltare le sue parole. LUI IN SOSTANZA MI HA DETTO: LUI NON è IL TUO ALBERO. SMETTILA DI FARE ACCATTONAGGIO E DI MENDICARE AFFETTO E GUARDA ALLA MERAVIGLIA CHE SEI. TI DEVI FAR MERITARE, E NON TI DEVI IMPELAGARE IN SITUAZIONI CHE TI IMPEDISCONO DI VOLARE.
      Io se posso, vorrei provare a dare un po’ d coraggio alle persone che si trovano in situazioni simili alla mia: io ho conosciuto il narcisista perverso quando ho iniziato a frequentare un coro. All’inizio, nonostante adorassi cantare da soprano e mi fosso costruita nel tempo una rete di amicizie con le persone del mio gruppo…ho avuto paura. Volevo solo scappare via da lui (che ahimè canta come tenore nel mio stesso gruppo)..e stavo quasi per buttare via tutto quello che avevo costruito nel tempo. Tutto a causa sua. UNA PARTE DI ME EVIDENTEMENTE NON ACCETTAVA DI SUBIRE QUESTA ENORME RINUNCIA, e un po’ per volta, è diventata la parte maggioritaria in me, è tornato il sole. Insieme alla voglia di fare e alla vitalità che avevo perso a causo di un uomo profondamente immaturo (nonostante vada per i 46), irriverente, superbo, provocatore, egoista, inespressivo e incapace di amare. Cosa che all’iizio lui ovviamente ha tenuto celate. IO HO CERCATO TUTTE LE FORME DI AIUTO POSSIBILI E IMMAGINABILI. OGNI COSA. HO PIANTO TUTTE LE LACRIME CHE AVEVO DENTRO E UN PO’ PER VOLTA HO RICOSTRUITO LA CONSAPEVOLEZZA DI QUELLO CHE SONO, DI QUANTO VALGO E DI QUELLO CHE VOGLIO. Ero caduta in un abisso profondo a causa sua..e pensavo di essere persa. MA CE L’HO FATTA!!!! Si può tornare a essere anche più forti di prima, la paura di non farcela penso sia normale, ma anche a costo di fare all’inizio due passi avanti e tre indietro, alla fine si arriv aalla meta!!! Sempre il sacerdote di cui parlavo mi ha detto: SMETTILA DI PREOCCUPARTI DI GUARIRE LUI E INCOMINCIA AD AMARE TE STESSA. CERCA DI SORRIDERTI E DI SORRIDERE IL PIù POSSIBILE

      • Franci80 Rispondi

        DIMENTICAVO: Adesso riesco benissimo a convivere con lui all’interno del gruppo. L’unica cosa che mi è rimasta..è un po’ di nervoso occassionale alla sua presenza…ma ono sicura che col tempo andrà via anche quello..! FORZA, CHE SVINCOLARSI DA LORO è POSSIBILE!!!

  41. (EX??)VAMPIRIZZATA Rispondi

    PS: SONO TRE ANNI CHE VIVO QUESTO INCUBO , SENSI DI COLPA, MINACCE, CATTIVERIE…. E APPENA SCOMPAIO O CAMBIO NUMERO SI FA UN AGNELLINO E CHIEDE PERDONO, DICE CHE MI AMA… CI SONO RICASCATA MILLE VOLTE E ALTRE MILLE MI HA DELUSA E TRATTATA PEGGIO CHE MAI DOPO AVER FINTO CAMBIAMENTI LA PRIMA SETTIMANA. SONO STANCA DI VIVERE NELLA SPERANZA, ANCORA UNA PICCOLA PARTE DI ME CREDE CHE GLI MANCO E CHE MI AMA , MA L’ALTRA SA BENISSIMO CHE NON è COSI!!! QUANDO LO CONOBBI TRADIVA LA SUA EX CON ME E LO SEPPI SOLO DPO DUE MESI E LEI MI CONTATTò DICENDOMI “SCAPPA MI HA ROVINATO LA VITA” NON LE VOLLI CREDERE….. ORA STARà CONOSCENDO UN’ALTRA E TORMENTANDO ME CONTEMPORANEAMENTE , LO SO, LO SENTO. COME POSSO DISTRUGGERLO????

  42. caterina Rispondi

    Pensavo di essere l unica sfigata ad avere in casa un animale del genere, la mia domanda è:esiste un farmaco che appaghi e “nutra”questi cervelli ?
    Ormai non ho più la presunzione di cambiarlo ma mi chiedo che appagamento possano trovare-provare nutrendosi magari della madre dei propri figli.Purtoppo non posso scappare perchè la casa è mia .

  43. Ricch Rispondi

    Dott. Salerno
    Sono riuscito a conoscerla di persona
    le parlavo dei miei problemi di lavoro con il mio ex … ad pggi ho scoperto che em un narcisista psicopatico con tutti i suoi automatismi

    Un saluto

    RICCH!

  44. Natalia Rispondi

    Salve,
    vi chiedo se la componente “tradimento”è fondamentale in un narcisista…il mio credo che non li avesse, mi fido del mio istinto. Per il resto: idillio all’inizio, poi inferno: mai voglia di confronti sui nostri problemi, “io sono io e tu non sei niente”, nessuna voglia di avere vita sociale con me, contatti fisici solo su prenotazione, impossibile vederci più di una volta a settimana. Ah, dimenticavo: sensi di colpa, rinfacci feroci, cattiveria come se piovesse e naturalmente carezze e tenerezze per tenerti buona. Narcisista perverso vero?:)
    L’ ho allontanato perchè davvero non mi reggevo in piedi e adesso respiro…spero di essere forte da non cadere in trappole!
    Grazie a tutti

  45. Noemi Rispondi

    Sono vittima di un.narcisista da quando avevo 18anni . Ora ho 24anni. Non riesco a.liberarmi,.né riesco a capire perché provo tutto questo amore per lui, nonostante sia.fidanzato e di umiliazioni ne ho subite tantissime.ero una.bellissima ragazza, ora mi guardo allo specchio e sembra mi stia lavorando. Sono in.preda alla.disperazione. aiutatemi, come avete risolto ?i

  46. genty Rispondi

    Mi spiace ma dopo 17 anni di matrimonio e una vita di provocazioni,sotterfugi e sfruttamenti io mi ribello.Con molta tranquillità, elenco i suoi disturbi e preciso che il viso è quello di un angelo…..Avverto tutti di stare attenti di personaggi cosi.Comincio fare i volantini e gli metto in giro . Possibile amarlo,aiutarlo,fare una casa,un figlio e distruggere tutto perché io non ero più la bella “addormentata”,allora non stando più alle sue richieste, ha chiesto la separazione ma voleva fare il separato in casa,dando solo il mantenimento del figlio e guarda caso,dopo una settimana aveva un’altra? Ci ha distrutto la vita a me e al nostro figlio, visto che sta con lui solo 2 o tre ore alla settimana eppure abitiamo vicino e il lavoro glielo permette. È arrabbiato con me perché io non ho continuato il suo gioco di sottomissione. Che disgusto! Facciamo qualcosa anche per i nostri figli, cresciamoli con rispetto verso tutti e alle bambine non diamo per insegnamento la dolcezza pur di apparire fini e brave.La bravura si mostra anche essendo più assertive.Un abbraccio forte.

  47. Ale Rispondi

    Ma il narcisista sa di esserlo? È consapevole del suo agire? È intenzionale o spontaneo ciò che lo conduce?

    • Marco Salerno Rispondi

      Molto raramente e non del tutto

Lascia un commento

Your email address will not be published. Please enter your name, email and a comment.